Cerca

mercoledì 23 novembre 2016

Giornalisti o Giornalai?

Quanti sono  i sindaci ad avere un loro personale portavoce, ufficiale o nascosto,  prezzolato con i soldi dei cittadini? e quanti di questi  svolgono la loro professione rispettando la carta dei doveri di un giornalista?
Ecco cosa sancisce la carta del giornalista:Risultati immagini per carta dei doveri del giornalista “ Il dovere più pregnante del giornalista e caposaldo del diritto di cronaca è il dovere di verità, considerato sia dalla L. n. 69/1963 che dalla stessa Carta dei Doveri quale “obbligo inderogabile”.  Gli organi di informazione sono l'anello di congiunzione tra il fatto e la collettività. Essi consentono alla collettività l'esercizio di quella sovranità che secondo l'art. 1 Cost. “appartiene al popolo”.

Un'informazione che occulta o distorce la realtà dei fatti impedisce alla collettività un consapevole esercizio della sovranità “. L’autonomia del giornalista serve a garantire l’obiettività dell’informazione. Il dovere di autonomia vuole impedire che la funzione giornalistica venga subordinata ad interessi particolari. Inoltre la carta dei doveri di un giornalista vieta di “accettare privilegi, favori o incarichi che possano condizionare la sua autonomia e la sua credibilità professionale”, nonché pagamenti, rimborsi spese, vacanze gratuite, regali, inviti a viaggi, facilitazioni, etc. che provengano “da privati o enti pubblici”. Ciò in quanto l’accettazione di questi vantaggi porterebbe il giornalista a sentirsi in debito nei confronti di chi glieli ha procurati, mettendo così ad alto rischio di violazione la norma che gli impone di accettare “indicazioni e direttive soltanto dalle gerarchie redazionali della sua testata”. In generale, la Carta dei Doveri pone l’accento sulla “responsabilità del giornalista verso i cittadini”, specificando che tale responsabilità non può dal giornalista essere subordinata “ad interessi di altri e particolarmente a quelli dell’editore, del Governo o di altri organismi dello Stato”. Il giornalista deve avere una relazione esclusiva, diretta e immediata con la collettività. E’ un dovere strumentale allo stesso dovere di verità, poiché l’asservimento della funzione giornalistica all’interesse “particolare”, per definizione diverso da quello generale, costringe il giornalista a modulare l’informazione.  
A voi le deduzioni….

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie del commento e della tua opinione