Cerca

domenica 10 luglio 2016

L'assordante silenzio degli operatori turistici





Osservo esterrefatto la condizione in cui versa la nostra Sorrento, mare inquinato, traffico veicolare, inquinamento atmosferico ed acustico inciviltà e confusione ormai hanno raggiunto livelli mai visti prima. Le colpe? è inutile negarlo sono da attribuire alle classi politiche che in questi ultimi anni si sono succedute alla guida del paese. Detto questo, e sgombrato il campo sulle responsabilità di chi ha ridotto così il paese, sento un assordante silenzio da parte di chi invece avrebbe tutti gli interessi a far sentire forte e chiara la propria voce, mi riferisco agli operatori del settore turistico di cui Sorrento in larga parte vive, ovvero, albergatori, gestori di stabilimenti balneari, ristoratori di un certo livello e tutti quelli che hanno a che fare con il turismo. Quali interessi gli operatori turistici avrebbero a non parlare a non scendere in piazza a far sentire la loro voce? se a Sorrento oggi c'è un turismo di massa, dove tutt'al più guadagnano i venditori di patatine, qualche pizzeria e qualche venditore di souvenir, la colpa di chi è ? dove è finito il turismo di un certo livello che ha fatto Sorrento la meta preferita di grandi personaggi e di turisti amanti del nostro mare pulito, dell'aria profumata di fiori di aranci e limoni, di tranquillità e di silenzio? questo vorrei chiedere a quei silenti operatori turistici che tanto hanno fatto in passato per Sorrento ma che ad oggi, pare, non stiano più facendo.

Lotito Rosario

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie del commento e della tua opinione