Cerca

sabato 12 marzo 2016

Lavoro marittimo: Mozione Gallo (M5S)

Come annunciato il mese scorso, il nostro deputato Luigi Gallo ha mantenuto l'impegno e mercoledì 2 marzo 2016, nella seduta n. 581, ha presentato un'interrogazione a risposta in commissione, indirizzata al ministero delle infrastrutture e trasporti, e al ministero del lavoro e delle politiche sociali.
Il documento non è altro che la naturale prosecuzione della manifestazione tenuta a Porto Santo Stefano lo scorso 3 febbraio, e delle proteste palesate in ogni possibile occasione; non a caso l'incontro nella sala Aldo Moro con i rappresentanti del MIT è stata considerata un'occasione persa da parte dei dirigenti, di raccogliere il malcontento degli operatori del settore e non di trincerarsi dietro posizioni assunte a prescindere.
Ci si chiede come mai il solo Movimento 5 Stelle ne comprenda le ragioni.
Il settore è in crisi, una crisi provocata non dalla mancanza di imbarchi, ma da una pregiudizievole ed esasperata burocratizzazione; chi ne trae vantaggio sono le private academy e gli armatori di bandiera, che nonostante il regime forfettario imposto dalla tonnage tax, possono così imbarcare personale straniero con retribuzioni contenute.
Salvatore Mare

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie del commento e della tua opinione